Accedi al sito
Serve aiuto?

Vaccinazioni

Le vaccinazioni del nostro cane sono da sempre un punto fermo nella prevenzione di importanti malattie infettive del cane ed è ciò che ha permesso il controllo epidemiologico di gravi e pressoché incurabili patologie quali il cimurro, l'epatite infettiva , la parvovirosi, la leptospirosi e non ultima la rabbia.
 
L'attuale facilità di grandi e rapidi spostamenti, importazioni ed esportazioni di animali, mantengono però sempre elevata la soglia di attenzione per  contagi, come dimostrato dalla ricomparsa dopo 13 anni della rabbia nelle regioni del triveneto a seguito dello scarso controllo nei paesi confinanti.
La gravità di questa malattia è ben nota ed essendo, come la leptospirosi, trasmissibile all'uomo la rende ancor più temibile.
E' quindi altamente raccomandabile creare una barriera al contagio tramite le vaccinazioni e i relativi puntuali richiami per il bene dei nostri animali e per la tutela della salute umana.

 
Non esiste un protocollo vaccinale adatto a tutti i cani e in tutti i luoghi.
Per decidere com’è meglio procedere occorre tener conto dell’età, della situazione geografica, del tipo di rischio a cui il cane è soggetto nell’ambiente in cui vive e di altri fattori.
Sarà quindi compito del Veterinario stabilire volta per volta come è meglio procedere per garantire la migliore copertura vaccinale.
 
Quello che segue è un esempio di protocollo che noi utilizziamo quasi sempre in cuccioli sani che vivono in un ambiente non particolarmente a rischio di contagio.


 
esempio di protocollo vaccinale
 
vaccino consigliato età
CEP (cimurro, epatite, Parvovirosi) 50-60 giorni
CEP dopo 3 settimane
L R (leptospirosi Rabbia) dopo 3 settimane
CEPL dopo 3 settimane
L ogni 6 mesi
CEPL ogni 12 mesi
R ogni 12 mesi

File Allegati
 
RABBIA: conoscere per prevenire

 

Il gatto è soggetto a diverse malattie infettive difficilmente curabili, molte delle quali evitabili grazie a un buon programma vaccinale. La calicivirosi, la rinotracheite infettiva e la panleucopenia (CRP) sono virosi respiratorie ed intestinali per le quali la vaccinazione viene fatta di routine. I cuccioli sono pericolosamente esposti ed è per questo che  la prevenzione inizia a 2 mesi di età.

La leucemia infettiva è una particolare forma virale per la quale sono soprattutto a rischio i soggetti che hanno contatti con i conspecifici ed è per questo che la vaccinazione viene consigliata a chi è potenzialmente a rischio. Per il suo peculiare andamento può richiedere la necessità di accertamenti con analisi del sangue.

Dopo i tre mesi d'età è possibile, consigliabile ed in alcuni casi obbligatoria, la vaccinazione contro la rabbia (vedi allegato in fondo alla pagina). Rimane purtroppo  l'immunodeficienza felina (FIV) per la quale non è possibile attuare prevenzione vaccinale. Adeguati consigli sullo stile di vita sono spesso sufficienti ad evitare il contagio. Una diagnosi precoce, fatta in clinica con un semplice prelievo di sangue, permette di effettuare terapie che consentono una buona qualità di vita per molti anni. 

 

età vaccino
50-60 giorni CRP(Felv)
dopo 20-30 giorni CRP (Felv)
ad 1 anno d'età CRP (Felv)
annualmente CRP (Felv)


Segue un interessante opuscolo a cura del Ministero della Sanità sulla rabbia.

File Allegati
 
RABBIA: conoscere per prevenire